LA COMPLESSITÀ E CONFLITTO COME FONTE DI VALORE: LA CREAZIONE DI CONOSCENZA Reviewed by Momizat on . Eduard Vinyamata afferma: "I conflitti sono definiti in relazione alla nostra conoscenza su di loro. Quindi, le soluzioni sono spesso di informazioni e conoscen Eduard Vinyamata afferma: "I conflitti sono definiti in relazione alla nostra conoscenza su di loro. Quindi, le soluzioni sono spesso di informazioni e conoscen Rating: 0
Inicio » Blog Arriaga Asociados » LA COMPLESSITÀ E CONFLITTO COME FONTE DI VALORE: LA CREAZIONE DI CONOSCENZA

LA COMPLESSITÀ E CONFLITTO COME FONTE DI VALORE: LA CREAZIONE DI CONOSCENZA

triangulo

Eduard Vinyamata afferma: “I conflitti sono definiti in relazione alla nostra conoscenza su di loro. Quindi, le soluzioni sono spesso di informazioni e conoscenze che cambia la dichiarazione stessa del problema e può anche risolvere. “” Una comprensione più profonda porta a decisioni migliori di una conoscenza superficiale “, dice Davenport.

Sul web http://www.ist.cl/revista2/caos.pdf Davenport quotate e Prusak (Knowledge in Action): “La conoscenza non è una struttura rigida che esclude ciò che non si adatta, si può affrontare la complessità in modo complesso. Si tratta di una fonte essenziale di valore. Anche se si è tentati di cercare risposte semplici a problemi complessi e affrontare le incertezze facendo finta che ci sono spesso una comprensione più profonda porta a decisioni migliori di una conoscenza superficiale. ” Peter Senge (La quinta disciplina) aggiunge: “strumenti di pensiero sistemi sono progettati per comprendere la complessità dinamica. Aiutarvi a vedere le strutture sottostanti e modelli di comportamento che sono velate dal tumulto degli eventi quotidiani e il trambusto incessante che caratterizza la vita del manager. Ci aiutano a capire perché le soluzioni non convenzionali e dove possono esercitare un’azione efficace “.

Sebbene questo approccio sembra romanzo ma, come citato sul web http://www.belt.es/articulos/articulo.asp?id=15 in teoria la decisione di oggi non può dimenticare il Nobel recentemente scomparso economia Herbert Simon, e non riescono a considerare che i principali contributi all’economia classica, che gli è valso la considerazione dell’Accademia svedese, in particolare legate alla complessità del comportamento umano e l’ambiente imprenditoriale. Alla ricerca di criteri di razionalità limitata o incomplete, lontano dal optimum economico, la massimizzazione del profitto, ma la soddisfazione più efficace e la configurazione attuale.

Sul web Direzione ha dichiarato, riferendosi alla razionalità del sistema, in un mondo interconnesso, piccoli cambiamenti rapidamente inondare l’intero sistema, in modo che i test di mercato o di organizzazione sono limitati: non si possono testare tutte le variabili esistono nel mondo reale. Anche se gli strumenti analitici continuerà a fornire preziose informazioni per le decisioni di gestione, come indicato nella http://www.deguate.com/infocentros/gerencia/mercadeo/mk11.htm ambizioni rimarrà la base per la motivazione e l’istituzione degli obiettivi. La teoria del caos ci insegnano che la vita reale non consiste in una serie di eventi interconnessi che si susseguono e si verificano eventi del tutto prevedibili. L’applicazione della teoria dell’apprendimento viene utilizzato per generare vantaggi competitivi attraverso la meno controllo e più di apprendimento, cioè la creazione e la condivisione di nuove conoscenze. In sintesi, gli aspetti positivi degli stili precedenti sono adattati ai tempi che cambiano, ma non scompaiono. Ma, come il nostro mondo diventa sempre più complesso e interdipendente stiamo andando ad affrontare un cambiamento che è sempre più non-lineare, discontinua e imprevedibile?

L’approccio di Chaos Theory sarà necessario cominciare a dimenticare i pensieri come meccanicistica e invadono strutturate e permettono il movimento, la libertà, mistero generato dalla sconosciuta. Caos si mantiene anche una armonia e genera creatività, perché per sopravvivere in essa saremo costretti a lasciare la nostra zona di comfort di viaggiare su altre strade, dove sicuramente scoprire nuove possibilità e opportunità che non abbiamo mai era successo prima. Avrete bisogno di accettare l’imprevedibilità del caos, invece di resistere. Quando c’è il caos c’è sottigliezza molto di più e ambiguità, in situazioni specifiche, sereno o lineare.

Infine, basandosi su c12_pensamientocomplejo , un altro aspetto che richiama l’attenzione sulla definizione della nozione di apprendimento organizzativo, è il fatto che l’apprendimento di ammettere che comporta la modifica del quadro comune di riferimento degli individui all’interno dell’organizzazione. Questo equivale a dire che l’apprendimento organizzativo comporta un cambiamento nella “teoria in uso” che guida l’azione organizzativa.

Jesús María Ruiz de Arriaga

Avvocato Economist. Managing Partner

Acerca del Autor

triangulo
triangulo

Deje su comentario

triangulo

Subir