LA NATURA INTERDISCIPLINARE DELLA GESTIONE DELLA CONOSCENZA Reviewed by Momizat on . Da questo punto di vista, la teoria del caos, il knowledge management diventa un multidisplinar vero carattere. Canali Agustí sui giornali pubblicati su Quo vad Da questo punto di vista, la teoria del caos, il knowledge management diventa un multidisplinar vero carattere. Canali Agustí sui giornali pubblicati su Quo vad Rating: 0
Inicio » Blog Arriaga Asociados » LA NATURA INTERDISCIPLINARE DELLA GESTIONE DELLA CONOSCENZA

LA NATURA INTERDISCIPLINARE DELLA GESTIONE DELLA CONOSCENZA

triangulo

Da questo punto di vista, la teoria del caos, il knowledge management diventa un multidisplinar vero carattere. Canali Agustí sui giornali pubblicati su Quo vadis, KM? Complessità come nuovo paradigm for indica che la gestione della conoscenza nella sua carattere interdisciplinare permette di integrare molti dei diversi approcci esistente e che incorpora la sviluppi fatti da diversi punti di vista.

Inoltre, questo autore in questa pubblicazione, le note in relazione alla teoria del caos: “Le aziende, come ogni sistema sociale in generale, sono sistemi complessi. Pertanto, le scienze aziendali sempre più usando la teoria della complessità, come un quadro concettuale in molte aree. Questa possibilità diventa particolarmente interessante per lo studio della gestione della conoscenza. Chiaramente, nella trasmissione di creazione e utilizzo di conoscenze coinvolte processi individuali e organizzativi in ​​un alto grado di complessità. Conoscenza organizzativa in sé può essere considerato, infatti, un fenomeno emergente che è più della somma delle conoscenze degli individui che compongono l’organizzazione. Si passa, poi, in una zona in cui i concetti di complessità può essere particolarmente utile. La teoria della complessità, dunque, può costituire l’elemento di base che può costruire una base più solida per la gestione della conoscenza concettuale. Da un lato, il suo carattere interdisciplinare permette di integrare molti dei diversi approcci che convivono attualmente, che incorpora gli sviluppi fatti da diversi punti di vista. D’altra parte, apre un percorso da utilizzare nella gestione della conoscenza di metodologie di ricerca innovative basate sull’uso delle attuali capacità tecnologiche, come i modelli di simulazione sono già utilizzati nello studio dei sistemi complessi in altre discipline . Non c’è dubbio che la teoria della complessità è un candidato forte per essere il paradigma da cui partire per sviluppare la disciplina emergente del knowledge management all’interno degli studi di business “.

Jesús María Ruiz de Arriaga

Avvocato Economist. Managing Partner

Acerca del Autor

triangulo
triangulo

Deje su comentario

triangulo

Subir